27 Φεβρουαρίου, 2021
από Mpalothia - Αντιπληροφόρηση
317 προβολές


Ricevuto 25/02/2021 via malacoda.noblogs.org

Berlino: Consolato greco occupato in solidarietà con Dimitris Koufondinas in sciopero della fame

A mezzogiorno del 24 febbraio 2021 un gruppo di compagne e compagni è entrato nel consolato greco sulla Mohrenstraße occupandolo e bloccandone i servizi, spezzando così il normale corso di una giornata lavorativa all’interno di questo “Stato nello Stato”. Uno striscione è stato srotolato da una finestra e volantini sono stati fatti cadere sulle teste di ignari passanti, persi nella loro grigia routine in una zona che è tra le più chic, borghesi e produttive di Berlino. In questo caso, i tanto dacantati e difesi confini gli si sono ritorti contro, impedendo di fatto agli sbirri tedeschi di entrare in “territorio greco” fino al momento in cui non fosse arrivata l’autorizzazione ufficiale da parte del console. Tutto ciò ha ritardato notevolemente lo sgombero. Ah, la loro amata burocrazia!

Nello stesso momento un altro gruppo di compagni/e ha dato inizio a un presidio sotto le mura del consolato.

Dopo quasi quattro ore le decine e decine di sbirri presenti lì sotto hanno avuto l’autorizzazione ad entrare e buttare fuori i compagni e le compagne.

Questa al consolato è l’ultima di varie azioni dirette compiute in Germania in solidarietà a Dimitris e al suo sciopero della fame, come ad esempio l’incendio di un furgone della Thyssenkrupp, azienda che fornisce e sostione la produzione dei sottomarini grechi, o come il camion della ditta Hertz dato alle fiamme, ditta fornitrice di veicoli alla polizia greca (specialmente all’unità OPKE).

A Francoforte una scritta è stata lasciata sulla facciata del consolato greco.

Altre scritte e striscioni sono comparsi in tutte le città.

A Berlino hanno poi avuto luogo diversi presidi sia sotto il consolato, sia sotto l’ambasciata greca. Il 27 inoltre ci sarà il corteo che partirà da Kottbusser Tor e che arriverà nuovamente sotto il consolato sulla Mohrenstrasse.

Oggi, 25 febbraio 2021, il compagno rivoluzionario Dimitris Koufondinas, si trova al quarantanovesimo giorno di sciopero della fame. Dal 16 febbraio è ricoverato in terapia intensiva e dal 22 ha chiesto ai medici di interrompere anche la somministrazione di acqua tramite flebo. La situazione è estremamente critica, le sue condizioni di salute sono ormai pessime e i danni fisici irreversibili.

Lo Stato greco ha deciso di ammazzare Dimitris. Se morirà, questi assassini dovranno assumersi le responsabilità politiche e materiali di tutto ciò che accadrà in seguito.

Perché la solidarietà è internazionale!

Per Dimitris.

[Ricevuto tramite e-mail, traduzione in italiano pubblicata da malacoda.noblogs.org].

Berlino: Consolato greco occupato in solidarietà con Dimitris Koufondinas in sciopero della fame




Πηγή: Mpalothia.net