4 Μαρτίου, 2021
από Mpalothia - Αντιπληροφόρηση
402 προβολές


Ricevuto 03/03/2021 via malacoda.noblogs.org

Un mare di persone inonda il centro di Atene in solidarietà con Dimitris Koufondinas in sciopero della fame da 53 giorni

Migliaia di persone hanno sfidato il regno della paura, della censura e del terrore imposto dal governo greco a qualsiasi protesta o voce solidale con le semplici richieste di un prigioniero politico, Dimitris Koufondinas, la cui morte è imminente, dopo 53 giorni di sciopero della fame.

La stragrande maggioranza delle proteste in tutta la Grecia durante le ultime sei settimane sono state attaccate, senza nemmeno una scusante, non appena le persone hanno iniziato a radunarsi. Anche solo una menzione del nome di Koufondinas su facebook e si ottiene un blocco o il profilo viene rimosso. Questo è successo anche a politici, avvocati, studiosi e accademici.

Indipendentemente da questo, ciò che conta sono le immagini che vedete qui. Se Dimitris Koufondinas muore, sarà il primo prigioniero in sciopero della fame a morire nell’Unione Europea dalla morte di Bobby Sands e dei suoi compagni nel 1981, in Irlanda del Nord, sotto il regime di Margaret Thatcher.

Dimitris Koufondinas, oggi 63enne, è in sciopero della fame da 53 giorni e ha iniziato anche uno sciopero della sete dal 23 febbraio. La sua attuale richiesta è di essere trasferito al carcere di Korydallos, così come la fine degli interventi politici arbitrari contro di lui.

Anche dopo 53 giorni senza cibo, il governo greco rifiuta il suo diritto alla parità di trattamento in carcere.

[Testo in inglese parzialmente tratto da mpalothia.net, pubblicato in italiano da malacoda.noblogs.org].

Nota da 325.nostate.netLo striscione dietro il quale hanno marciato migliaia di persone, visibile nel filmato e nella foto, è traducibile dal greco come “Sono nato il 17 Novembre”. Si tratta di uno slogan associato all’Organizzazione Rivoluzionaria 17 Novembre ed è una forte dichiarazione di sostegno alla lotta armata.




Πηγή: Mpalothia.net